Comunicazione trimestrale della liquidazione IVA : come creare, controllare ed inviare il file XML

Pubblicato il 12.06.2017
Con il provvedimento N.58793 del 27 Marzo 2017, l'Agenzia delle Entrate ha stabilito un modello telematico di riferimento e le relative istruzioni per la compilazione, la validazione e la trasmissione dei dati, relativi alle liquidazioni periodiche Iva.
La scadenza per la comunicazione del primo trimestre 2017 e' al momento fissata al 12 Giugno, e per semplificare l'adempimento l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione dal 10 maggio, per contribuenti e intermediari, degli strumenti gratuiti per la compilazione e la trasmissione on-line delle liquidazioni periodiche Iva.

In questo articolo vediamo brevemente quali sono tali strumenti, schematizzati nella infografica sottostante, ed in quale sequenza utilizzarli.
- Compilazione e generazione del file dati della comunicazione in formato XML tramite software IVP17 sul portale dell'agenzia delle entrate.
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/comunicaredati/liquidazioni+periodiche+iva/swcompilazione+comunicazione+delle+liquidazioni+periodiche+iva
- Controllo di validità del file in formato XML contenente il frontespizio dati anagrafici e il quadro dati VP.
La compilazione può avvenire utilizzando tre diversa strumenti a scelta:
1) il Desktop telematico Entratel
2) il sito web Fatture e Corrispettivi dell’agenzia delle Entrate
3) Software di Controllo IVP17 dal sito online dell’Agenzia delle Entrate
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/ComunicareDati/Liquidazioni+periodiche+Iva/SWcontrollo+comunicazione+delle+liquidazioni+periodiche+Iva
- Inserimento di una firma digitale qualificata o basata sui certificati Entrate, all’interno del file dati XML
Anche in questo caso si possono scegliere tre diversi modi:
1) il Desktop telematico Entratel
2) tramite la funzione Sigilla all’interno del sito web Fatture e Corrispettivi dell’agenzia delle Entrate.
3) tramite Firma digitale rilasciata da altro ente autorizzato
- Trasmissione del file verso il sistema ricevente dell’Agenzia delle Entrate, tramite il servizio online Fatture e corrispettivi, che è disponibile per i contribuenti dotati di credenziali Entratel, Fisconline o SPID.
Al termine dell’invio sarà possibile controllare l’esito della trasmissione in una speciale sezione denominata Monitoraggio Flussi, in assenza del rilascio di una vera e propria ricevuta come di consueto avveniva con il servizio Entratel.

Per illustrare al meglio l'utilizzo di questi strumenti abbiamo predisposto questa breve videoguida, che spiega come gestire le comunicazioni periodiche, in modo facile e veloce.