Autore Messaggio
Fabio 11/10/2018 20:41 Campo libero: Fabio

FAQ Fatturazione elettronica - Invio delle fatture (Ciclo attivo)

D: Per poter inviare fatture elettroniche ai miei clienti devo necessariamente conoscere il loro codice SDI o la loro email PEC?

R: No. Non e' obbligatorio conoscere il codice SDI o la PEC del cliente per poter emettere la fattura elettronica.
L'unico dato fondamentale ed importante e' la partita IVA del cliente, che deve essere corretta. Tramite la partita IVA il sistema di interscambio metterà la fattura nel cassetto fiscale del cliente (anche se nella fattura non e' indicata una PEC od un codice SDI).
Poi il sistema di interscambio provvedera' al recapito al cliente rispettando la seguente logica:

- se il cliente destinatario ha indicato sul sito dell'AdE come preferisce ricevere le fatture (ad esempio su un codice SDI specifico o su una PEC specifica) allora la fattura verra' recapitata li'. Anche se chi ha emesso la fattura ha indicato ad esempio di consegnare alla PEC  xxx ma il cliente ha indicato all'AdE di ricevere tutte le fatture sulla PEC yyy, la fattura verra' in ogni caso consegnata all'indirizzo yyy

- se il cliente destinatario invece NON ha indicato sul sito dell'AdE qual'e' il suo indirizzo preferenziale, allora solo in quel caso verra' usato quanto specificato dal fornitore nel file XML. Questo significa che potremmo ricevere un po' di fatture su una PEC, altre su un'altra PEC, altre ancora su un portale SDI, in base a cosa hanno specificato i nostri fornitori. Per questo motivo consigliamo a tutti i clienti di registrarsi al portale Fatture e Corrispettivi dell'Agenzia delle Entrate, e di indicare espressamente dove desideriamo ricevere le fatture elettroniche dei nostri fornitori (oppure di farlo fare al proprio commercialista per nostro conto)

- infine, se il cliente destinatario NON ha indicato sul sito dell'AdE qual'e' il suo indirizzo preferenziale, e nemmeno il fornitore ha indicato una destinazione specifica nella fattura, allora la fattura rimarra' solo a disposizione per il cliente nel sito dell'AdE (ed al fornitore arrivera' un avviso di mancata consegna dovuta all'impossibilita' di recapito)

Massimo 22/11/2018 11:43 Campo libero: Massimo

D: Posso emettere, inviare al sistema di interscambio e conservare per 10 anni anche le fatture estere?

R: Certo, anche le fatture attive per l'estero vengono processate dall'hub di READY PRO, inviate al sistema di interscambio e conservate per 10 anni.
Va però ricordato che al cliente estero andrà inviata anche la normale fattura PDF non essendo questo interessato e probabilmente a conoscenza del processo di fatturazione elettronica vigente in Italia dal 1° gennaio 2019.